Anticlone Scandinavo nella prossima settimana
Fonte Immagine: 
NOAA
E' un tipico anticiclone sulla Scandinavia, in genere foriero di piogge abbondanti sull'Italia. Possibili anche nevicate?

 

Tale struttura barica consiste in un centro di circolazione primaria sulla Scandinavia, con centri più deboli di segno opposto sull'Europa occidentale e su  Russia orientale / alla Mongolia occidentale.

Fig.1- Tipico pattern SCAND con alta pressione (marrone<<<9 sulla Scandinavia e basse pressioni (celeste) nei settori laterali (NOAA)

Ebbene sia il modello Europa ECMWF che quello americano GFSE prevedono per la settimana dal 19 al 25 una circolazione di tipo scandinavo

Fig.2- Anomalie di pressione sull'Europa nella settimana dal 19 al 25 febbraio (modello ECMWF)

Fig.3 -  Anomalie di pressione sull'Europa nella settimana dal 19 al 25 febbraio (modello GFSE)

 In particolare la configurazione mostrata nelle figg.1,2 e 3 è denominata  SCAND+ ovvero in fase positiva.

La fase positiva di questo pattern è associata - come nelle figg.1,2,3 - ad anomalie di pressione al di sopra della media sulla Scandinavia e sulla Russia occidentale (in pratica un vasto anticiclone di blocco), e due anomalie di pressione al di sotto della media (cicloni), uno sull'Europa occidentale e sul Mediterraneo occidentale e, l'altro, sulla Russia orientale.

 La fase positiva del modello scandinavo è associata a temperature inferiori alla media nella Russia centrale e anche nell'Europa occidentale. È anche associato a precipitazioni superiori alla media dell'Europa centrale e sul Mediterraneo e precipitazioni inferiori alla media in tutta la Scandinavia.

Talvolta ha provocato intense ondate di freddo sul Mediterraneo.

 In tali casi l'aria umida atlantica richiamata dalla bassa pressione sull'Europa occidentale, favorisce abbondanti nevicate sul Nord Italia, anche a quote di pianura, come capitato il 26-28 Gennaio 2006.
 

Fig.4 - anomalie di temperatura sull'Europa associate al pattern SCANd+ (NOAA)

Fig.5- Anomalie di piovosità sull'Europa associate al pattern SCAND+ (NOAA)

 

 

Fonte Articolo: 
Col. Mario Giuliacci

IMMAGINI CORRELATE