In pubblicazione il 4 OTT 2017

Venerdì l'autunno alzerà la voce

Brusco cambiamento del tempo con piogge anche intense in molte regioni, venti burrascosi e deciso calo delle temperature


Fonte Immagine: Pixabay

 

Un'intensa perturbazione venerdì raggiungerà l'Italia e porterà un deciso cambaimento del tempo. Già al mattino la pioggia bagnerà il Nordest, accompagnata da aria relativamente fredda che sulle zone alpine spingerà la neve fino ai 1500 metri di quota. Al Nordovest invece protagonista sarà il Foehn, che regalerà un cielo azzurro e limpido soprattutto a Lombardia e Piemonte. Nelle regioni centrali già dal mattino la nuvolosità andrà aumentando ma è soprattutto al pomeriggio che si osserverà un deciso peggioramento delle condizioni meteo.

Nelle ore centrali del giorno infatti acquazzoni e temporali bagneranno Emilia, Romagna e praticamente tutte le regioni centrali, anche se andranno a interessare con maggior insistenza soprattutto il versante adriatico, con il rischio di piogge particolarmente intense soprattutto tra Marche e Abruzzo. Tra i capoluoghi maggiormente a rischio di eventi estremi ci sono quindi soprattutto Ancona e Pescara. Qualche scroscio di pioggia, nel corso del pomeriggio, raggiungerà anche la Campania e il nord della Puglia, mentre gli ultimi piovaschi sulle Venezie saranno accompagnati da nevicate che in montagna scenderanno fino ai 1200-1300 metri, dando alle Alpi un aspetto quasi invernale. 


A fine giornata, tra sera e notte, le piogge si trasferiranno con decisione sul Meridione, con rovesci e temporali sparsi su Puglia, Basilicata, Campania, calabria e versante settentrionale della Sicilia. E mentre al Nord le nubi si apriranno e un po' dappertutto il cielo apparirà setllato, qualche acquazzone insisterà ancora sulle regioni centrali adriatiche, e in particolare su Abruzzo e Molise, le cui vette verranno imbiancate da qualche nevicata, comuqnue a quote piuttosto alte.

Le nuvole, la pioggia e la neve arriveranno assieme a venti forti che spazzeranno tutta la Penisola e che, specie al Centrosud e attorno alle Isole, saranno anche di burrasca (in particolare in Sardegna). La giornata sarà inoltre piuttosto fredda per il periodo, con temperature in calo quasi dappertutto e con la sensazione di fresco accentuata dal vento. Sabato invece la perturbazione comincerà ad allontanarsi dall'Italia, ma nonostante ciò improvvisi acquazzoni bagneranno ancora le regioni adriatiche, la Calabria e la Sicilia, in una giornata che sarà ancora decisamente ventosa e, soprattutto, insolitamente fredda per il periodo: le temperature infatti caleranno ulteriormente, specie al Centrosud. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 GEN
Diverse saccature fredde raggiungeranno il Mediterraneo. Ci aspetta un periodo molto dinamico
16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
17 GEN
Continua un'estate molto rovente in Australia
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola