In pubblicazione il 8 MAR 2018

Pericolo valanghe ancora alto su diversi settori, ecco quali

Rialzo termico e vento i pericoli maggiori dell'instabilità del manto nevoso


Fonte Immagine: web

 

Continua a rimanere alta l'attenzione sul pericolo valanghe a causa degli accumuli generosi che sono resi instabili da vento, rialzi termici e piogge dei giorni scorsi. Il pericolo rimane "marcato", ovvero grado di pericolosità 3 su una scala di 5, su tutta la Valle D'Aosta, tutto il Piemonte, in Liguria sulle Alpi Marittime, in Toscana sull'Appennino toscano, su tutta l'Emilia Romagna, Appennino settentrionale - Terminillo e Appennino centro Meirdionale tra Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo. Il pericolo varia da 2 (moderato) e 3 (marcato) in Liguria sull'Appennino ligure, Alpi Retiche ed Orobiche in Lombardia. Dati Meteomont.
Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

Flessione termica attesa nella giornata di lunedì
20 SET
Temperature anomale continuano ad interessare la Penisola, ma da lunedì cambierà tutto
19 SET
Nella nuova settimana si volterà pagina, la lunga fase settembrina verrà archiviata
19 SET
Vortice mediterraneo porterà intense precipitazioni
Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
20 SET
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog