3 NOV
Lo afferma un gruppo di archeologi dell'Azienda Universitaria Federico II di Napoli