In pubblicazione il 15 GEN 2020

Finisce il digiuno dell'Appennino settentrionale: ARRIVA LA NEVE

Ecco quando, dove e a che quota


Fonte Immagine: web

Pochi giorni fa abbiamo mostrato come dal 10 Dicembre scorso la neve non sia piu' caduta su tutto l'Appennino centro Settentrionale. Dopo diverse fasi miti esso si presenta completamente senza neve fin sui 2000 metri di quota e lo sci invernale e' fermo al palo e solo il comprensorio del Monte Cimone, con notevoli sforzi, è riuscito ad aprire qualche pista con l'innevamento artificiale, altrove sciare è quasi impossibile se non qualche rara eccezione. Nei prossimi giorni l'alta pressione si prenderà una distrazione, fortunatamente, e concederà l'arrivo di aria piu' fredda congiunta ad una perturbazione. Per l'Appennino centro-settentrionale ci sarà la possibilità di qualche giorno bianco, fino a quote interessanti. 



Tra venerdì sera e domenica mattina, quindi, le precipitazioni torneranno a colpire l'Appennino di Liguria, Emilia Romagna e Toscana, successivamente anche il Centro Italia. La quota neve si attesterà tra i 1100 ed i 1500 metri venerdì sera-notte ma con l'ingresso di aria progressivamente piu' fredda la quota scenderà ed entro sabato mattina i fiocchi sull'Appennino settentrionale centro occidentale potrebbero scendere fin sui 800/1000 metri. Le precipitazioni tra sabato pomeriggio e la serata si concentreranno tra Emilia orientale, Romagna e Marche-Umbria con quota neve in ulteriore calo. Domenica mattina i fenomeni scenderanno fin su Abruzzo e Molise, qui fin sui 800 metri mentre tra Romagna e Marche possibili sconfinamenti anche intorno ai 500 metri. I fiocchi arriveranno poi fin sull'Appennino meridionale, a tratti fin sotto i 900/1100 metri, lunedì anche in Sardegna. 

Le mappe sul tempo atteso nella nostra Penisola le trovate QUI. 



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

11 AGO
Le previsioni dettagliate per area geografica per la festa principale dell'estate.
11 AGO
Nella parte centrale della settimana le correnti atlantiche torneranno a infiltrarsi sulle regioni settentrionali, dove aumenterà l'instabilità
9 AGO
Vediamo quali sono le previsioni fino a Domenica prossima
11 AGO
Solo al 10% circa delle città ha raggiunto 35-36 gradi
11 AGO
La pandemia ha causato un importante blocco delle principali attività a livello planetario, con conseguente evidente riduzione delle emissioni di gas serra
massime aklle ore 13.30 (in scuro) i valori oltre 33 gradi)
11 AGO
Dove potranno essere raggiunti i 35 gradi
Le temperature massime previste per martedì 11 agosto
10 AGO
Valori tra 35 e 37 gradi solo nel 15% circa delle città d'Italia