In pubblicazione il 10 DIC 2019

NEVE in pianura in arrivo in Pianura Padana? Emilia Romagna in pole

Qualche fiocco potrebbe giungere in pianura, ecco quando


Fonte Immagine: web

 

La perturbazione in arrivo tra mercoledì sera e giovedì si troverà a scorrere su uno strato di aria fredda già presente nei bassi strati che darà quindi luogo a precipitazioni nevose fino a bassa quota sulle regioni del Nord.

Tra la sera e la notte di mercoledì deboli precipitazioni si sposteranno dal Piemonte verso Lombardia, parte del Triveneto e dell'Emilia. Con le basse temperature presenti al suolo i fenomeni potrebbero risultare nevosi anche a bassa quota, specialmente sulle pianure orientali lombarde, Veneto occidentale ma soprattutto in Emilia.

Tra la notte e le prime ore del mattino la neve potrebbe raggiungere le città di Parma e Reggio Emilia e concentrarsi al risveglio di giovedì tra Modena, Bologna, Imola e successivamente qualche speranza ci sarà anche per Faenza, Forlì e Cesena. I fenomeni saranno spesso misti, neve ed acqua, ma momenti di sola neve saranno possibili fino alle pianure adiacenti alle colline anche se l'accumulo al suolo è quasi da escludere.


Le mappe sulla possibile neve in arrivo le trovate QUI.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

17 FEB
Nella Rete le notizie terroristiche attirano soprattutto i “creduloni”
Come è aumentato il caldo estivo nel mondo
16 FEB
Una previsione con elevata affidabilità.  Occhio al meteoterrorismo!
15 FEB
Nuova perturbazione in arrivo a inizio settimana, con effetti concentrati più che altro sulle regioni settentrionali
14 FEB
Tornerà l'alta pressione protagonista sul Mediterraneo. Clima molto mite
17 FEB
Come nascono i cicloni atlantici violenti- A cura di Roberto Nanni
16 FEB
Caratterizza la circolazione atmosferica a livello emisferico e spesso diventa protagonista delle vicende meteo invernali
13 FEB
Il giorno 10 Febbraio un aereo della British Airways ha raggiunto la velocità più alta mai registrata per un Boeing
13 FEB
Le temperature più basse mai registrate strumentalmente nel nostro Paese sono davvero da brividi