In pubblicazione il 21 SET 2022

Cambiamento Climatico, in futuro veri uragani a New York, Boston e Pechino

Tra le conseguenze del cambiamento climatico è previsto anche un’estensione della regione coinvolta da queste tempeste


Fonte Immagine: Depositphotos

I cicloni tropicali sono tra i fenomeni meteo più potenti e distruttivi, con la loro capacità di scatenare su ampie regioni venti a oltre 100 km/h e piogge eccezionalmente abbondanti. Come indica anche il loro nome, attualmente sono sostanzialmente confinati alla fascia tropicale, anche se non è raro che possano sconfinare verso più alte latitudini. In futuro però le cose potrebbero cambiare. 


L’uragano dove non te lo aspetti

Un recente studio (“Poleward expansion of tropical cyclone latitudes in warming climates”), pubblicato sulla rivista scientifica Nature Geoscience, avverte che nei prossimi anni il raggio d’azione dei cicloni tropicali aumenterà, arrivando così a minacciare anche luoghi oggi ritenuti “al sicuro”. Gli studiosi autori della ricerca hanno incrociato i dati relativi agli ultimi anni e le proiezioni climatiche per il futuro realizzate al computer, giungendo alla conclusione che nei prossimi decenni l’area di formazione dei cicloni tropicali si amplierà sempre più, avanzando inesorabilmente verso le alte latitudini: ciò significa che i cicloni tropicali colpiranno anche città oggi fuori dal loro raggio d’azione, come Boston e Pechino, mentre in altre in cui attualmente arrivano solo molto di rado, come New York, diventeranno una minaccia frequente. Ma come mai questo brusco cambiamento di abitudini? 


I Tropici che avanzano

Uragani, tifoni e più in generale tutti i cicloni tropicali, per formarsi hanno bisogno di particolari condizioni ambientali, tra cui una superficie marina molto calda e un’atmosfera poco turbolenta (in cui non vi siano marcate variazioni della circolazione con la quota), come quella che caratterizza la fascia tropicale. Ecco perché le medie latitudini, caratterizzate da mari più freddi e da un’atmosfera in cui la circolazione cambia rapidamente con la quota, attualmente non sono un terreno fertile per i cicloni tropicali. A causa del cambiamento climatico, e in particolare del progressivo aumento delle temperature medie, in futuro però la fascia tropicale è destinata ad allargarsi sempre più verso le alte latitudini, andando così a coinvolgere, progressivamente, anche regioni che oggi si trovano nella fascia temperata. Con il cambiamento delle caratteristiche circolatorie, e l’inevitabile riscaldamento delle superfici marine, ecco che allora i cicloni tropicali si formeranno anche latitudini più alte rispetto alle attuali, capaci quindi di raggiungere con maggior facilità regioni di Asia, Nord America ed Europa che oggi sono fuori dalla loro portata.  

 

VI CONSIGLIAMO ANCHE QUESTI NOSTRI APPROFONDIMENTI

METEO, l'estate ROVENTE condizionerà l'AUTUNNO! Ecco con quali conseguenze

Arriva il FREDDO! Ecco quando e dove

TORNADO, in Europa e in Italia sono sempre più numerosi. Vi stupirà !!

CLIMA, l'estate italiana è sempre più ROVENTE, lo dicono i dati!

Meteo ESTREMO, i TEMPORALI sono sempre più VIOLENTI: ecco perché !!

CLIMA, ecco come sarà l'ESTATE del FUTURO !!

CLIMA pazzo, l'ARTICO si RISCALDA 4 volte più rapidamente del resto del Globo !!

 

 

 

 

Fonte Immagine: Depositphotos

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

27 SET
Il mix tra mari caldo, perturbazioni in arrivo e stazionarietà dei fenomeni potrebbe originare criticità diffuse
26 SET
Alcune regioni ancora siccitose almeno fino al 6 ottobre
26 SET
L'autunno è la stagione più critica per alluvioni lampo e areali, a maggior ragione se i mari sono ancora troppo caldi...
26 SET
Un profondo cambiamento sullo scacchiere europeo indurrebbe a una fase più stabile. Ma vediamo cosa possiamo dire.
25 SET
Per la prima volta nella stria un vero e proprio uragano investe direttamente le coste di questo paese
17 SET
Temperature crollate soprattutto al Centronord
3 SET
La probabile traiettoria nei prossimi giorni