In pubblicazione il 22 NOV 2022

Meteo: Ciclone Phobos. Italia sotto attacco

Segnalati piogge torrenziali, nubifragi, venti da tempesta, acqua alta


Fonte Immagine: pixabay.com

ll possente ciclone atlantico giunto martedì 22 non l’Italia è stato denominato Phobos dal Central Mediterranean Group-CMG, un nome non è caso visto che phobos in greco significa paura. l valor di pressione raggiunto nel suo Centro è di 985 hPa, il valore più basso mai raggiunto in Italia nel 2022 in un ciclone.


Piogge torrenziali e acqua alta

Oltre 50 mm misurati in 17 ore su Triveneto, regioni tirreniche, con punte di 100 mm su Basso Lazio, Campania, Cosentino. Nubifragi segnalati in Sardegna, esondazioni di torrenti nell’Oristanese   nel Lazio. Acqua alta sull’alto Adriatico fio a 180 cm., il terzo valore più alto di sempre. Per fortuna la barriera Mose ha protetto Venezia ove l’acqua alta si è fermata a 75 cm. Tracima un fiume nel Salernitano, a Padova un ferito grave causato dalla caduta di un albero su un'auto.


Venti di tempesta e mareggiate

Venti fino a 80 km all’ora a Oblia, Lampedusa, Crotone; fino a 90 km/ora a Palermo, Capo Carbonara, Frosinone; fino a100km all’ora a Ponza. Maneggiate con onde alte più di 3 metri sulle coste occidentali della Sardegna, su quelle della Campania e della Calabria. Tromba d’aria questa mattina d’aria ad Oristano.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

29 GEN
Condizioni meteo tipicamente invernali anche nella settimana a cavallo fra gennaio e febbraio
28 GEN
I giorni della merla sono il 29-30-31 gennaio: come sarà il tempo sul nostro Paese?
27 GEN
Ultimo fine settimana di gennaio in compagnia di un nuovo calo termico e con un modesto peggioramento che riguarderà soprattutto i settori centro-orientali dell'Emilia-Romagna
27 GEN
Ancora freddo in tutta Italia e maltempo di tipo invernale in diverse regioni
29 GEN
Spesso poco prima di una scossa si avverte un boato, ecco la spiegazione
27 GEN
Sul tema "Innovazione tecnologica per il Sociale"
14 DIC
Il capoluogo Emiliano è stato il primo del Nord di bassa quota ad imbiancarsi questa stagione!
29 NOV
Era possibile prevedere il disastro? Oppure, oltre al lato meteorologico, ci sono altre colpe?