In pubblicazione il 23 SET 2022

I tre giorni più piovosi da inizio anno in vista

Le aree più a rischio di nubifragi. Avvisi Protezione Civile


Fonte Immagine: pixabay.com modificato

E’ ormai quasi certa una fase piovosa sull’Italia tra il 24 e il 27 settembre. Saranno molte le regioni che beneficeranno di piogge abbondanti,  e quindi utili per iniziare a rimuovere la siccità, ma, proprio per questo, più esposte a nubifragi, esondazioni. In effetti, una intensa e fresca perturbazione nata a Sud della Groenlandia si è mossa verso il Regno Unito e, venerdì 23 settembre, ha raggiunto la Francia.


Intensa perturbazione tra 24 e 27 settembre

Ma nel suo movimento verso Sudest nella notte di sabato 24 settembre porterà le prime piogge su Piemonte, Val D‘Aosta, Liguria, Ovest Lombardia. Ma nel corso del 24 settembre interesserà tutto il Nord Italia, Toscana, Umbria, Marche. Il 25 settembre piogge su tutto il Centronord, Campania, Gargano, Isole, bassa Calabria. Il 26 settembre piogge al Centrosud, mentre un’altra perturbazione porterà piogge su Triveneto, Emilia, Romagna. Il 27 piogge ovunque, tranne Piemonte, Liguria, Puglia, Sicilia.


Piogge abbondanti. Ecco dove

Le pogge c totali che cadranno  dal 24 al 27 settembre sono previste oltre 100 mm su Toscana, rilievi tosco-emiliani, Venezia Giulia, Umbria, Lazio, Campania, Cosentino. Punte di 200 mm su Basso Lazio e Casertano. Accumuli tra 15 e 30 mm su resto d’Italia. Se tali accumuli notevoli risultassero spalmati su tutti i quatto giorni, 24-27 settembre, i torrenti e poi i fiumi non rischierebbero di ingrossarsi rapidamente e quindi non vi sarebbe il rischio di eventi simili a quelli visti nelle Marche. Ma sembra che così non sarà.

Rischio nubifragi. Ecco dove

 In realtà il rischio di qualche nubifragio esiste per tutte le regioni citate ove gli accumuli dovrebbero superare i 100mm. Ma il rischio maggiore è per le aree ove è previsto che gli accumuli superino i 75mm mm in 3 ore: i rilievi tosco- emiliani il 24 pomeriggio, il basso Lazio il 25 settembre e la Campania il 26 settembre.

Consigliamo vivamente pertanto di seguire da vicino gli avvisi della Protezione Civile



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

29 SET
Ottobre potrebbe portare importanti novità
28 SET
Diverse fasi piovose e una di alta pressione in arrivo sul nostro Paese
28 SET
Il mese di ottobre vedrà l’Italia contesa fra le calde correnti tropicali e le incursioni di aria fredda di origine polare
27 SET
Un evento probabile per la presenza della Niña​​​​​​​
25 SET
Per la prima volta nella stria un vero e proprio uragano investe direttamente le coste di questo paese
17 SET
Temperature crollate soprattutto al Centronord
3 SET
La probabile traiettoria nei prossimi giorni