In pubblicazione il 30 SET 2022

Nube di Metano: sarà un disastro ambientale? Le conseguenze

Le grandi perdite ai due Nord Stream hanno conseguenze sulla salute umana o sui cambiamenti climatici?


Fonte Immagine: ilfattoquotidiano

La Guerra in Ucraina ha due fronti: il primo in loco e il secondo sul Mar Baltico. Da alcuni giorni le cronache vertono sul fatto che c’è un’enorme nube di metano, rilasciata dalle esplosioni sottomarine. Secondo l’istituto norvegese di ricerca sull'aria NILI, si tratta di circa 80 mila tonnellate di metano, oltre quattro volte le emissioni annue nazionali norvegesi dell’industria petrolifera e del gas. Che effetti avrà?


 


La zona

Sui cieli di Svezia e Norvegia si è formata una “grande nuvola” di metano, come la chiamano i media dei due Stati, a causa della gigantesca fuga di gas da Nord Stream 1 e 2, che negli scorsi giorni hanno subito con ogni probabilità un atto di sabotaggio.  Tralasciando il lato dello scontro e delle colpe, che approfondiremmo aree non di nostra competenza, lo scienziato Stephen Matthew Platt ha affermato: "Non è pericoloso per l’uomo. È l’effetto climatico di cui invece stiamo parlando, che potrebbe portare a gravi conseguenze”. Il metano è un potente gas serra, tossico se inalato vicino alla fonte di emissione, ma innocuo in atmosfera: è presente di natura, ma l’uomo ha enormemente aumentato i suoi livelli. Danimarca e Svezia affermano che le esplosioni che hanno causato le perdite dell'idrocarbuto potrebbero essere dovuta alla "detonazione di diverse centinaia di chili di esplosivo”.

 

Le conseguenze

Che dobbiamo aspettarci? A livello tossicologico nessuna, sebbene in data 30 Settembre sia arrivata pure nei nostri cieli, portata inevitabilmente dalle correnti. Per quanto riguarda il lato dei cambiamenti climatici le conseguenze peseranno nel computo delle emissioni globali di co2 nonché di gas a effetto serra. Insomma, un circolo vizioso: se da un lato si fa di tutto per ridurle, dall’altro queste perdite sono gravissime. Un motivo in più per togliersi dagli idrocarburi e passare alle energie green!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 NOV
Il Nord-Ovest italiano è la zona più in deficit d'Italia (rispetto alle sue medie) e continua a ricevere troppo poco. Ci sarà una svolta?
25 NOV
Scopriamo come sarà il tempo sul nostro paese questo fine settimana
25 NOV
Due perturbazioni ci accompagneranno sul finire di questo mese in Emilia-Romagna, portando dei peggioramenti anche nevosi fin sulle colline
25 NOV
Le ultime proiezioni modificano la previsione, ma confermano comunque scenari favorevoli alla neve
26 NOV
Importante frana a Ischia: apprensione in queste ore per salvare vite umane e per quantificare i danni
22 NOV
Segnalati piogge torrenziali, nubifragi, venti da tempesta, acqua alta
9 NOV
Uno dei più forti terremoti delli ultimi anni in Italia
19 OTT
Scopriamo in che condizioni idriche si trova il nostro paese