1 Giugno 2022 ore 02:06

Meteo: inizia la stagione della Grandine! Vediamo i motivi

Brutte notizie per auto, vetrate e fiori

Mario GiuliacciMario Giuliacci

Meteo: inizia la stagione della Grandine! Vediamo i motivi

MeteoGiuliacci

 

La giornata del 28 maggio è stata notevole dal punto di vista meteo. Esattamente come anticipato nel NOSTRO EDITORIALE, forti temporali hanno interessato vaste aree del Nord.

In particolare, è stata devastata un’ampia zona compresa tra basso Piemonte e Lombardia orientale.

Meteo giugno: prima caldo e siccitoso poi più fresco e piovoso

Estate 2022: ecco le proiezioni UFFICIALI. Le novità

 

La grandine

Importanti e immensi e danni da grandine. Le due aree più colpite sono state:

Bergamasca, Lodigiano, Cremonese, basso Milanese e alto Pavese.

Piemonte sud-orientale, in particolare l’Alessandrino.

Nel primo caso fenomeni meteo grandinigeni molto forti, mentre nel secondo caso raffiche di vento impetuose, con danni ai raccolti.

Ma se fa queste grandinate ora, come proseguiremo?



La stagione estiva

La risposta è: male. Ebbene sì, non c’è dubbio. La grandine è l’evento meteorologico estremo più temuto nei prossimi periodi. Anche perché, come già anticipato nelle PREVISIONI REDATTE DA NOI, è in arrivo una nuova ondata di calore, piuttosto estesa e (forse) pure prolungata. È vero che l’apice sarà il Centro-Sud e il Nord potrebbe rimanere ai margini, ma son proprio le aree settentrionali quelle a risentire del maggior pericolo da qui a settembre (COME SCRITTO QUI).

 

Le estati del futuro

In un APPROFONDIMENTO avevamo trattato circa le possibili estati del futuro. Or bene: chi ha voglia di leggerlo lo legga pure. C’è uno studio che dice che nei prossimi decenni saranno pochissime le perturbazioni e quelle poche che ci raggiungeranno porteranno eventi meteo estremi.

Insomma, il trimestre estivo del futuro non promette nulla di buono e già adesso stiamo pagando, spesso a caro prezzo, le conseguenze. Siccità, incendi, temporali, grandine…


© Meteogiuliacci - Vietata la riproduzione anche parziale se non espressamente concordata

Articoli in primo piano