In pubblicazione il 6 OTT 2015

Autunno, stagione dei dolori reumatici

Perché?


Fonte Immagine: PublicDomainPictures su pixabay.com

 

Sento che sta per cambiare il tempo”. Una frase ripetuta spesso da coloro che soffrono di dolori reumatici e in effetti ... ci azzeccano, a riprova dell’influenza del tempo sul nostro corpo. Infatti alle nostre latitudini le grandi perturbazioni del tempo -  quelle che abbracciano per più giorni vaste aree geografiche - sono precedute, 12-36 ore prima del loro arrivo, da un aumento dell’umidità dell’aria e da un sensibile calo della pressione atmosferica, due eventi  responsabili appunto della riacutizzazione dei dolori reumatici.

Il motivo?


L’elevata umidità dell’aria fa aumentare il volume delle fibre elastiche delle articolazioni e del liquido sinoviale. Tale aumento di volume si manifesta con il caratteristico gonfiore alle articolazioni stesse, il quale, a sua volta, comprime e stimola le innervazioni sottostanti, compresi i nervi ricettori del dolore.

Il calo della pressione atmosferica invece, dilatando vene ed arterie, rallenta la circolazione sanguigna cosicché i liquidi, ristagnando più a lungo nella parte tumefatta, ne provocano un rigonfiamento. Anche qui la conseguente maggiore compressione dei nervi ricettori si trasforma in dolore.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 FEB
Fitti banchi di nebbia e più nubi lungo i settori Tirrenici. Aumenta l'umidità nei bassi strati
Temperature.a1500m il 23 febbraio
18 FEB
Dal molto caldo al molto freddo 
18 FEB
Arriva il preannunciato nucleo di aria polare al Centrosud
18 FEB
Un campo di alta pressione ben saldo continua a dominare l'Europa centro-orientale
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese
17 FEB
Situazione allarmante per la Pianura Padana: PM10 a livelli critici per la salute
17 FEB
Il bel tempo è un toccasana per l’umore, ma nella stagione invernale non per l’ambiente
17 FEB
Temperature tipiche di fine Marzo/metà Aprile!