In pubblicazione il 6 OTT 2015

Autunno, stagione dei dolori reumatici

Perché?


Fonte Immagine: PublicDomainPictures su pixabay.com

 

Sento che sta per cambiare il tempo”. Una frase ripetuta spesso da coloro che soffrono di dolori reumatici e in effetti ... ci azzeccano, a riprova dell’influenza del tempo sul nostro corpo. Infatti alle nostre latitudini le grandi perturbazioni del tempo -  quelle che abbracciano per più giorni vaste aree geografiche - sono precedute, 12-36 ore prima del loro arrivo, da un aumento dell’umidità dell’aria e da un sensibile calo della pressione atmosferica, due eventi  responsabili appunto della riacutizzazione dei dolori reumatici.

Il motivo?

L’elevata umidità dell’aria fa aumentare il volume delle fibre elastiche delle articolazioni e del liquido sinoviale. Tale aumento di volume si manifesta con il caratteristico gonfiore alle articolazioni stesse, il quale, a sua volta, comprime e stimola le innervazioni sottostanti, compresi i nervi ricettori del dolore.

Il calo della pressione atmosferica invece, dilatando vene ed arterie, rallenta la circolazione sanguigna cosicché i liquidi, ristagnando più a lungo nella parte tumefatta, ne provocano un rigonfiamento. Anche qui la conseguente maggiore compressione dei nervi ricettori si trasforma in dolore.

Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
satellite ore 10.50 di martedì
18 SET
Una perturbazione Nord africana in arrivo martedì 18 settembre
18 SET
Numerosi improvvisi temporali, oggi e nei prossimi giorni, mentre le temperature rimarranno di alcuni gradi al di sopra delle medie stagionali.
Temperatura a 1500m prevista per il 24 settembre
17 SET
Dal caldo al quasi caldo o dal caldo al fresco?
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog
17 SET
Mete turistiche più appetibili dal punto di vista climatico
Radar meteo Protezione Civile ore 16.40
14 SET
Temporali sparsi, temperature per lo più sotto 30 gradi