In pubblicazione il 29 MAR 2016

Caldo in arrivo: esplosioni di pollini e di allergie in settimana

Ma perché le allergie colpiscono molto più che nel passato i bambini e adolescenti?


Fonte Immagine: dietagrupposanguigno.it

 

Innanzitutto chiediamoci perché i pollini scatenano allergie solo in alcuni individui?

 L’allergia è il sintomo della predisposizione di alcuni soggetti a produrre un overdose  di anticorpi - come  l’Istamina -  non appena il polline entra nel sangue. L’eccesso di tali sostanze provoca però una infiammazione persistente a carico degli organi che vengono a contatto con i pollini ( naso, gola, occhi ).

Ma perché oggigiorno le allergie colpiscono anche i bambini e gli adolescenti, categorie una volta indenne da tale patologia?

In molte persone questa reazione abnorme potrebbe  essere causata dalla mancanza di “allenamento” del sistema immunitario, frutto di una eccessiva protezione a cui l’organismo viene sottoposto fin dall’infanzia, come dimostrato dal fatto che è diminuito il numero di infezione a cui l’organismo va incontro nella primissima infanzia.


Infatti igiene e pulizia esasperate degli ambienti privano il sistema immunitario del contatto con virus e batteri, che altrimenti  avrebbero stimolato risposte difensive più decise. Non più abituati a riconoscere i naturali nemici, le difese dell’organismo si scatenano invece in modo massiccio contro falsi bersagli, come appunto gli allergeni.

Le allergie nei bambini potrebbero però derivare in parte anche da un allattamento poco prolungato al seno. E’ da qui infatti che il bambino dovrebbe ricevere gli anticorpi materni che lo proteggono poi finché il suo sistema immunitario non divenga autonomo, rendendolo meno vulnerabile nei confronti di  infezioni respiratorie, riniti e allergie alimentari.

Meditate, meditate, gente!

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 OTT
Un cambio di rotta sul continente che tutti aspettavamo con tanta ansia. Massime a singola cifra
23 OTT
Venti di favonio ed un contesto già mite potrebbero costituire un mix esplosivo per il Nord Italia
Mercoledì 24: forti correnti settentrionali in quota sul versante Nord alpino; alta pressione sopravvento e bassa sottovento alle Alpi; forti venti da Nord ovest al suolo
23 OTT
Un effetto dell’arrivo di un nuovo nucleo freddo a ridosso delle Alpi
23 OTT
Ancora elevata criticità sui versanti settentrionali della #Calabria Ionica e della #Sicilia tirrenica
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica