In pubblicazione il 21 FEB 2016

Dopo un inverno caldo il gelo: danni gravissimi a Murcia e Valencia, Spagna

Gravi danni e perdite alle coltivazioni a causa del gelo


Fonte Immagine: Italiafruit.net

 


Nella notte tra martedì e mercoledì scorsi intense gelate si sono registrate in Spagna nella zona di Murcia mettendo ko buona parte delle produzioni ortofrutticole. Dopo un lungo periodo di caldo anomalo le temperature sono scese a 6-7 gradi sotto zero scatenando quella che i media spagnoli hanno già ribattezzato "una catastrofe per il settore". Colpite drupacee, ma anche carciofi, agrumi e verdure a foglia in particolare nell'area di Vega Alta del Segura. Le perdite potrebbero raggiungere l'80% per la frutta extra-precoce e il 20% della produzione totale. Il drastico calo delle temperature ha provocato danni anche agli alberi da frutto dell’area valenciana de La Ribera, con perdite di raccolto ingenti seppure ancora da stimare. Conseguenze sono attese sulla commercializzazione di pesche, nettarine, mandorle, mandarini. Problemi anche per la produzione di ciliegie di molte "comarche" della Comunità. Per agrumi (soprattutto mandarini Ortanique) e mandorle si parla di un danno di 12 milioni di euro. Come riporta Valenciafruits.com citando la Valencia Farmers Association (Ava-Asaja), i termometri si sono abbassati in modo repentino dopo un periodo di temperature insolitamente alte per il mese di febbraio, che aveva anticipato il processo di maturazione e fioritura di 20-25 giorni. Nell'area dell’Utiel-Requena, sempre nella comunità valenciana, il gelo ha colpito duro le mandorle nel periodo clou della raccolta. Le prime stime parlano, per le diverse varietà di questo prodotto, di una perdita tra il 5 e il 30% della produzione; interessata anche la provincia di Alicante. Fonte italiafruit.net


Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

Temperature massime il  27 giugno
18 GIU
Valori diffusi 36-38 gradi e qualche isolata punta di 40 gradi
pressuione al livello del mare in estate
18 GIU
Due fattori concomitanti, uno di tipo climatico ,l’altro  di tipo dinamico
Caldo...cane in arrivo
17 GIU
La più forte ondata di caldo al Centronord da inizio estate
16 GIU
La frequenza osservata in 2 estati “normalmente calde”
18 GIU
Solo il 15%% d0Italia oltre 31 gradi
18 GIU
Almeno 80 le vittime per il caldo intenso
18 GIU
Scossa poco distante dalla costa della prefettura di Niigata