In pubblicazione il 25 OTT 2015

La foto del giorno

Una goccia d'acqua che cade in una pozza tende a mantenere per un istante la propria forma sferica. Perchè?


Fonte Immagine: Phil Lachman su epod.usra.edu

 

Per un breve istante dopo aver contattato la superficie dell'acqua la sua forma è ancora intatta mentre inizia a penetrare la superficie liquida. 
Perché la goccia d'acqua, non affonda immediatamente nella pozza perdendo la sua identità?
Coma fa la goccia a mantenere per qualche istante la sua forma?
  Il merito è della tensione superficiale, che è una forza sempre presente sulle molecole presenti in superficie sulla goccia sferica. Tali molecole superficiali nella sfera liquida sono infatti attratte verso l'interno della sfera dalla altre molecole più interne e quindi non possono scappare dalla goccia sferica. Invece all'interno della goccia o della distesa liquida una qualsiasi molecola d'acqua X  è invece libera di muoversi in tutte le direzioni, perché circondata da molecole d'acqua, ognuna delle quali attira X nella propria direzione cosicché la forza di attrazione complessiva su X da parte  dalle molecole d'acqua circostanti è pari a zero (per ogni molecola y che attira X verso di sé vi sarà una molecola Z che attira X nella direzione opposta e quindi la forza delle due molecole Y e Z sulla molecola è uguale a zero). Ma non appena la molecola compare in superficie non può scappare perché risucchiata all'interno dalle altre molecole adiacenti. Se non fosse così non esisterebbero nè le goccioline di nube (droplet) nè quelle di pioggia (raindrop)
La foto ha  catturato il punto dove le forze coesive tra le molecole di acqua nella goccia e le forze coesive tra le molecole di acqua in piscina sono ancora separate.

P




Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 MAR
Il tempo tornerà gradualmente stabile al Centro Nord con temperature in aumento
18 MAR
L'aria fredda e la serenità del cielo favoriranno un deciso raffreddamento notturno
Satellite ore 11.00 di lunedì
18 MAR
Si aggrava la siccità su Piemonte Liguria e Toscana
14 MAR
Colpo di coda invernale a partire dal 20 marzo con intrusione di aria più fredda in discesa dalla Groenlandia
18 MAR
L’evento iniziò con un aumento dell'attività stromboliana e con piccole colate laviche sul versante orientale e verso sud. Tanti i paesi che subirono danni
17 MAR
Altissimo il numero delle vittime e le devastazioni in Mozambico, Malawi e Zimbabwe
15 MAR
Il mese di marzo nel nostro Emisfero segna l'inizio della Primavera, ma in alcune zone è capace di regalare un piacevole clima estivo
15 MAR
E' caduta la metà della pioggia attesa nell'intero inverno