In pubblicazione il 29 GIU 2016

Le curiose ed affascinanti Nubi di Kelvin - Helmholtz

Bellissime ma rare


Fonte Immagine: Nubi ad Onda

 

Parliamo oggi dell'affascinante fenomeno delle nuvole ad onde, ovvero le Nubi di Kelvin - Helmholtz.

Il fenomeno prende il nome dal tedesco Hermann von Helmholtz e dall'Irlandese William Thomson Kelvin, scienziati che hanno studiato questi flussi d'aria che portano appunto alla curiosa formazione ad onda di queste nubi.

In atmosfera quando due strati d'aria a contatto assumono diverse velocità accade che si crea una turbolenza dovuta proprio a questa differenza di velocità. Le due parti a contatto tra i due strati cominciano pian piano a penetrarsi l'una con l'altra, a causa principalmente delle forze d'attrito in gioco. A questo punto i due strati tendono a spingere uno verso l'altro creando questo vortice ad onda, come potete vedere dalla prima immagine sotto.


Lo strato con velocità minore si trova in una zona di pressione maggiore e quindi spinge verso lo strato più veloce, formando così il vortice tipico che si può osservare nelle nubi di Kelvin-Helmholtz.

 



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

15 FEB
Alta pressione protagonista, aria molto mite sulle Alpi
14 FEB
L’evoluzione in quattro distinte fasi fino al 23 febbraio. Periodo poco dinamico
12 FEB
L’alta pressione guadagna ulteriore spazio sul Mediterraneo
15 FEB
Tendenza meteo fino metà mese, tra poco online
12 FEB
Danni pesantissimi nel Nord del Paese
12 FEB
Mareggiate lungo le coste esposte. Una nuova perturbazione proveniente dall’Europa nord-orientale, giungerà nella giornata di domani