In pubblicazione il 29 GIU 2016

Le curiose ed affascinanti Nubi di Kelvin - Helmholtz

Bellissime ma rare


Fonte Immagine: Nubi ad Onda

 

Parliamo oggi dell'affascinante fenomeno delle nuvole ad onde, ovvero le Nubi di Kelvin - Helmholtz.

Il fenomeno prende il nome dal tedesco Hermann von Helmholtz e dall'Irlandese William Thomson Kelvin, scienziati che hanno studiato questi flussi d'aria che portano appunto alla curiosa formazione ad onda di queste nubi.

In atmosfera quando due strati d'aria a contatto assumono diverse velocità accade che si crea una turbolenza dovuta proprio a questa differenza di velocità. Le due parti a contatto tra i due strati cominciano pian piano a penetrarsi l'una con l'altra, a causa principalmente delle forze d'attrito in gioco. A questo punto i due strati tendono a spingere uno verso l'altro creando questo vortice ad onda, come potete vedere dalla prima immagine sotto.

Lo strato con velocità minore si trova in una zona di pressione maggiore e quindi spinge verso lo strato più veloce, formando così il vortice tipico che si può osservare nelle nubi di Kelvin-Helmholtz.

 

Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

Flessione termica attesa nella giornata di lunedì
20 SET
Temperature anomale continuano ad interessare la Penisola, ma da lunedì cambierà tutto
19 SET
Nella nuova settimana si volterà pagina, la lunga fase settembrina verrà archiviata
19 SET
Vortice mediterraneo porterà intense precipitazioni
Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
20 SET
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog
17 SET
Mete turistiche più appetibili dal punto di vista climatico