In pubblicazione il 24 SET 2017

Le temperature "caserecce" citate dai nostri "utenti" sono quasi sempre viziate da un grave errore. Ecco perché…

La temperatura dell'aria non coincide mai con la sensazione termica che avvertiamo quando la nostra pelle è esposta al sole


Fonte Immagine: pininterest.com

 

Sono in molti a confondere le 2 sensazioni. La temperatura dell'aria deve essere sempre misurata all'ombra.

 Il perché? Ve lo spieghiamo con un esempio: provate a misurare la temperatura che vi è dentro la vostra casa con un termometro: l'aria che avvolge il bulbo del termometro. "comunicherà" al medesimo la sua temperatura. Ora prendete il vostro termometro e appendetelo all'aria sul vostro balcone ma esposto ai raggi solari.

Senz'altro osservate noterete che le due misure, differiscono anche di 10-20 gradi, specie in estate.  Ed ecco che molti di  Voi di dicono: "oggi qui da me faceva caldo".

 Errata conclusione:  infatti il vostro termometro esposto al sole, non ha misurato la temperatura dell'aria bensì, a causa surriscaldamento del bulbo termometrico, ha  misurato… la temperatura del liquido contenuto nel bulbo!

 Insomma se ci esponiamo al sole è ora chiaro che la nostra pelle avvertirà una sensazione di caldo, spesso anche in inverno.  La stessa cosa vale per i termometri  installati in cima agli edifici cittadini o ai sensori termometrici della vostra auto.

Occhio quindi!

Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 LUG
Da venerdì Italia divisa in due dal meteo, con instabili correnti atlantiche in transito al Nord e robusta alta pressione africana al Sud
16 LUG
E’ la volta di Liguria, Piemonte e Lombardia. Quando cesseranno
16 LUG
Dove saranno entrambi più probabili e più intensi
18 LUG
E' successo martedì 17 luglio, ecco il video
Raffreddamento anomalo dell'Atlantico nei pressi della Groenlandia
16 LUG
Probabili ripercussioni sull’andamento del prossimo inverno sull’Europa
16 LUG
Incredibile struttura temporalesca al tramonto