In pubblicazione il 13 MAR 2016

Voli più turbolenti con il clima del futuro

A causa del Global Warming aumenterà la turbolenza atmosferica e i voli, specie quelli su rotte lunghe, rischiano di diventare assai meno confortevoli


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Fra qualche anno, forse, durante i voli transatlantici ci toccherà passare ore interminabili con le cinture allacciate e rassegnarci a veder volare antipatiche gocce di caffè sui camicia a pantaloni: secondo uno studio inglese pubblicato di recente sulla rivista Nature entro la metà del secolo infatti la turbolenza in quota aumenterà notevolmente rendendo i voli tra Europa e America assai meno confortevoli e sicuri.

La colpa? Sempre sua, del Global Warming: secondo gli studiosi britannici infatti se le temperature medie planetarie continueranno a crescere al ritmo degli ultimi decenni, al di sopra dell’Atlantico si osserverà un aumento dal 10% al 40% l’intensità della turbolenza atmosferica, mentre gli episodi di turbolenza cui andranno incontro i velivoli sulle rotte principali crescerà addirittura del 170% (quindi quasi il triplo rispetto agli episodi attuali)!


Insomma entro il 2050 le principali rotte di collegamento fra Europa e America potrebbero diventare eccessivamente rischiose costringendo le compagnie aree a cercare percorsi alternativi ma anche, per forza di cose, meno convenienti, con un inevitabile aumento dei costi di trasporto.

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica